SHIT ROBOT

Marcus Lambkin a.k.a. Shit Robot nasce a Dublino ma dopo pochi anni comprende che il suo smisurato talento a 127 bpm mal si sposa con l’immobilismo elettronico irlandese e la birra scura e si trasferisce, beato lui, a New York dove d’incanto diventa resident del celeberrimo Brownies nella leggendaria serata “Save the Robots”. Il successo è totale, tanto che lo stesso James Murphy se ne innamora e lo introduce sotto la sua esclusiva ala protettrice; nasce così la celebre SHIT ROBOT NIGHT, che per anni caratterizzerà le più irriverenti notti del Plant Bar, locale di punta della scena newyorchese. Dal 2005 Marcus inizia a produrre la sua high-kicking-disco direttamente per la DFA; è datato 2006 lo splendido 12” Wrong Galaxy, nel quale confluiscono le sue identità europee e statunitensi, dando vita ad un trionfale esempio di techno festosa caratterizzata da un devastante muro di tastiere dall’evidente gusto retrò; un sound iper-coinvolgente che in pista non ti permette di abbassare le braccia neanche per bere il tuo cocktail.
Il 2007 è invece l’anno di Chasm, elettrizzante singolone da dance floor, fortemente improntato su sonorità di matrice techno accompagnate da un sottobosco di grooves punk-funkeggianti come nella migliore tradizione DFA e selezionato dai guru dell’electro-indie britannica, Simian Mobile Disco nella loro raccolta FABRICLIVE 41 del 2008 .

exe-cute

sewing your page