KiNK

KiNK è lo pseudonimo dietro al quale si cela Strahil Velchev, innovativo dj e live performer proveniente da Sofia.

Tra i produttori più ispirati della scena dance underground odierna, KiNK miscela sapientemente l’anima ed il groove della migliore tradizione di Chicago con la sfrontatezza post-futurista dell’elettronica più sperimentale e l’energia nuda e cruda delle prime sonorità acid; un enorme calderone dal quale fuoriesce un prodotto innovativo e dannatamente pronto per il dancefloor.

Il 2008 è l’anno della ribalta internazionale. Dalla collaborazione a distanza con l’inglese Neville Watson prendono vita tracce che sanno far innamorare addetti ai lavori e fanatici della cassa a quattroquarti di mezzo mondo, su tutte “Blueprint“, inno alla Jackin’ House di fine anni ’80 ed inizi ’90, edita sull’etichetta-culto olandese Rush Hour. Sia solo che in duo, Kink sta continuando a sfornare capolavori di marzialità tecnica su label come la Ovum Recordings di Josh Wink o la neonata Burek ed ora si è da poco chiuso nel suo studio per prepare il suo primo LP.

L’artista bulgaro sfiora la perfezione nelle performances live attraverso una miscela letale di gadget analogici e moderna tecnologia digitale; KiNK si esibisce con le sue macchine nella stessa maniera con cui produce: veloce, ossessivo, rigido e prodigioso, spingendo batterie, bassline e il pubblico tutto al limite dello scibile.

Effetto in pista devastante garantito

DISCOGS

facebook.com/kink303

youtube.com/kink303

soundcloud.com/kink

exe-cute

sewing your page